Bordeaux, Cibus, Italiano, Restaurant, Voyage - Viaggi - Trip
Leave a Comment

Gli ambasciatori dell’eccellenza a Bordeaux : Millésima, Bernard Magrez ed i Blog Awards

La ricerca costante dell’eccellenza condivisa tra due uomini amici di lunga data, quello dalle quaranta cantine Bernard Magrez e quello dalle 26 stelle Michelin Joël Robuchon, ha fatto scaturire l’idea di creare una nuova location a Bordeaux : La Grande Maison.

Di fronte all’Istituto Culturale (sempre di Bernard Magrez) é stata ristrutturata una dimora privata, « l’hôtel particulier » Labottière, diventato dopo i lavori, un vero hotel con cinque lussuosissime camere ed un ristorante altrettanto lussuoso, il tutto cosparso di opere d’arte moderna e di richiami allo stile napoleonico per ricordare la classifica dei vini di Bordeaux del 1855, la quale ha determinato il successo di questo “commercio” in città. Ecco che dopo soli dieci mesi dall’apertura, il ristorante guadagna le sue due prime stelle** Michelin e l’hotel lo score massimo di 5*****.

Istituto

285€ il menu di 5 portate (+ varie sorprese e mignardise, vini esclusi), un piccolo patrimonio che fa’ piacere investire almeno una volta in vita propria. All’arrivo, l‘inchino del portiere dallo sguardo malizioso e sorridente, poi i pochi scalini che fanno da cabina di decompressione prima di entrare in questo mondo Magreziano-Robuchonico. Nella hall l’imponente scalinata che porta alle camere e sulla destra il ristorante. Ci siamo. Installiamoci in questi bei saloni dove l’espressione « l’arte della tavola » trova un riscontro immediato anche solo nell’apparecchiatura : bicchieri e caraffe di cristallo Baccarat in una ri-edizione su misura, mischiati alle porcellane creative di Erik Ifergan.

menu

12928176_10154184139117845_7744819902224866749_n

Pronti, via… per accompagnare il menu « degustazione » una scelta di 260 vini tra cui ben 170 grandi cru, un sound-track che accompagnerà perfettamente questo pasto memorabile.

chef

Il menu é elaborato dal grande Joël Robuchon ma ai fornelli c’é lo chef Tomonori Danzaki, uno dei suoi collaboratori più fedeli che dopo averlo accompagnato a Tokyo, New York, Dubai, ha disfatto le valige a Bordeaux.

Nel menu ritrovo i famosi piatti « signature » ma non solo…qui alla Grande Maison, si lavorano i prodotti tipici francesi del Sud Ouest ed anche i menu vegetariani e senza glutine.

 

 

Aprite bene gli occhi perché dopo “l’art de la table” eccovi “l’art del taglio”, del burro, del pane, del formaggio…

12924510_10154184139677845_2645155341657099864_n

La mise en bouche : quinoa croccante e mayonese speziata.

12919749_10154184139827845_123098791368637675_n

Hors d’œuvre : uova al granchio e caviale di Aquitania.

Uovo

Hors d’œuvre : la barbabietola e l’avocado, insalata amara e sorbetto alla mostarda verde.

barbabietola

Hors d’œuvre : i gamberetti in un’infusione di alghe e tonno bonito allo zenzero.

12920428_10154184139027845_7297823230623998097_n

La Canette (piccola anatra) e fegato grasso, coriandolo torrefatto al miele di acacia.

12122488_10154184138957845_8970067353667577878_n

Dessert cremoso al frutto della passione, granita al rhum e sapori esotici.

dessert

Un pranzo splendido, giusto, brillante. Ora lo chef punta alla terza stella, obbiettivo da raggiungere nel 2017.

12321334_10154184138487845_7294821182693632161_n

A pochi passi dalla La Grande Maison al 10, Rue Labottière a Bordeaux, e per digerire questo pasto durato 3 ore e mezza, vi consiglio una passeggiata fino all’Istituto, museo di arte moderna di propriéta sempre di Bernard Magrez, dimora di artisti che vengono a creare opere contemporanee in uno scrignio da sogno.

Un ringraziamento tutto speciale va al wine merchant Millésima ed a Bernard Magrez per questo invito a pranzo insieme ai vincitori dei Blog Awards 2016, miei compagni di viaggio :

logo-blog-awards-2016Regina von Gootkin (USA – NY) : blog Wine Esquire

Tomislav Ivanovic (Serbia) : blog Vinopedia

Michael Turner (Gran Bretagna) : blog Please Bring Me My Wine

Michelle Williams (USA – Texas) : blog Rockin Red Blog

Madelyne Meyer (Svizzera) : blog Edvin

Jeremy Wilson (USA – Texas) : blog Texas Wine Lover

 

winners

 

 

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s