Bordeaux, Event, Italiano, Restaurant, Uncategorized, Voyage - Viaggi - Trip
Leave a Comment

Dal buio alla luce, l’inaugurazione della Cité du Vin a Bordeaux

A 6 giorni dall’inaugurazione, ho potuto visitare in anteprima la nuovissima Cité du Vin a Bordeaux.

13237710_10154304377647845_3731267308185425779_n

Martedi’ 31 maggio il Presidente della Repubblica francese, Monsieur Hollande, taglierà il nastro tricolore rosso, bianco e blu quando ancora gli operai lavorano freneticamente per terminare, dicono, le « finizioni » del cantiere di questo luogo insolito, a metà strada tra il museo ed il parco giochi.

Un universo sensoriale dove si guarda, si tocca, si ascolta, si assaggia, il tutto per 20€ a persona, prezzo del biglietto d’entrata che per i primi 6 mesi prevede :

  • Il percorso ed esposizioni fisse (contare come minimo un’ora e mezza di visita)
  • L’esposizione temporanea (di cui vi parlo alla fine dell’articolo qui sotto, altri 45 minuti)
  • Un bicchiere di vino all’ottavo piano dove potrete scegliere tra vini di Bordeaux (30% della gamma), vini di altre regioni francesi e vini di altre parti del mondo (tra cui anche l’Italia!).

L’apertura al pubblico é prevista il 1° di giugno.

Iniziamo ora il nostro percorso : da un universo particolarmente buio al piano terra, ci s’innalza poco a poco verso la luce del belvedere dal quale si gioisce di una splendida vista a 35m d’altezza e a 360° sulla città, in particolare sul quartiere in piena mutazione dei Bassins à Flot. Questo porticciolo che si trovava a margine del centro città, torna alla ribalta non solo con l’apertura della Cité du Vin, ma anche con la costruzione di residence, ponti, hotel, marina… Il Belvedere puo’ essere privatizzato la sera per eventi professionali (o amicali 🙂 ) per 200 persone.

13263808_10154304378752845_2404929604530350773_n

il soffitto del belvedere fatto di bottiglie di vetro

Subito sotto, al 7° piano si trova il ristorante panoramico « Le 7» che lavorerà solo prodotti regionali. Nicolas Lascombes dirigerà il ristorante di 70 posti in sala e 40 in terrazza con l’esperienza acquisita presso i due stabilimenti di cui si occupa già, la Brasserie Bordelaise e la splendida Terrasse Rouge a Saint-Emilion (ristorante del château La Dominique).

Il percorso di visita si articola su 3 000 m² e vari poli: il giro del mondo dei vigneti, Bacco e Venere, il buffet dei 5 sensi, le metamorfosi del vino, vino divino, in totale 19 « esperienze » che vogliono raccontarvi la storia del vino. 120 produzioni audiovisive per una durata di 10 ore.

13240080_10154304378312845_5936538119898321629_n

13245230_10154304378232845_58134777758183756_n

tutte le civiltà del vino vi sono rappresentate

13307387_10154304377927845_5337719999369302423_n

La scommessa é stata quella di costruire tutti i poli attorno all’interattività poiché tutto il percorso é disseminato di tablet, schermi 3D, proiezioni. All’entrata, più che una guida audio, vi viene affidato un « compagno di visita » grande come uno smartphone, una nuovissima tecnologia che offre il massimo del confort e tramite la quale potete attivare i vari poli interattivi.

13267927_10154304377882845_212527199553821518_n

Nello spazio delle esposizioni temporanee, l’artista Isabelle Rozenbaum ripercorrerà l’evoluzione del cantiere tramite un reportage fotografico effettuato sui due anni e mezzo di lavori.

cc_isabelle_rozenbaum

A luglio del 2017, dopo un periodo di rodaggio, la prima e vera esposizione temporanea sarà dedicata ai vigneti della Georgia. Il programma culturale prevede in effetti :

  • Due esposizioni artistiche all’anno
  • Un’esposizione estiva dedicata ad un vigneto ospite
  • Delle conferenze scientifiche ed eventi culturali legati alle civiltà del vino (auditorium di 250 posti)
  • Degli atelier di degustazione a tema e un’atelier plurisensoriale unico al mondo.

Archivio 2012 : il mio primo articolo sul progetto qui.

13241148_10154304378627845_7770650477513004542_n

L’auditorium

Al piano terra oltre alla biglietteria ed alla boutique comune a tutti i luoghi di cultura, troverete anche la piattaforma enoturistica gestita dall’ufficio del turismo di Bordeaux con l’offerta di tutte le strade del vino della regione che potete anche prenotare su Internet, l’auditorium, l’enoteca dove saranno disponibili alla degustazione ed all’acquisto vini provenienti da 80 Paesi dai 5€ ai 50€ a bottiglia, uno snack, giardini e pontile per ripartire direttamente in BatCub ovvero il servizio di battelli della città.

Info pratiche La Cité du Vin : aperta tutti i giorni dal 1° giugno 2016 dalle 9.30 alle 19.30.Tram linea B, fermata Cité du Vin. Bus 7, 32 o 45. Parcheggio a pagamento entrata Quai du Maroc, 200 posti.

http://www.laciteduvin.com/fr

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s